Kartell: un museo per raccontare la storia dell'abitare italiano

70 anni di storia e cultura del design

Museums

21 ottobre 2022

Raccontare la storia di Kartell è un po’ come tracciare la storia dell’Italia degli scorsi settant’anni.

Il brand nasce nel 1949 con l’obiettivo di innovare materiali e forme. Giulio Castelli ha un’intuizione: portare nell’ambiente domestico un materiale mai utilizzato prima per il design di interni, la plastica. Il materiale ha diversi vantaggi; si può tingere facilmente, è malleabile e molto leggero, ed è proprio grazie a queste qualità che un’idea brillante diventa una visione per le case italiane. Improvvi

Nel 1988, Claudio Luti, genero di Anna e Giulio Castelli, diventa CEO dell’azienda. Luti viene da tutt’altro settore, e la sua esperienza nel mondo della moda come braccio destro di Gianni Versace fa sì che il brand venga circondato da designer e architetti di rilievo, come Philippe Starck, Ron Arad, Antonio Citterio e molti altri – grazie a loro nasce quello stile di design che sarebbe poi diventato la bandiera del Made in Italy. 

Durante ApritiModa, i visitatori avranno la possibilità di conoscere e toccare con mano quel genio creativo che ha reso Kartell – partner dell’iniziativa – uno dei brand di design di interni più famosi al mondo. A Noviglio, alle porte di Milano, il Museo Kartell è inconfondibile, a partire della cromia. Il percorso espositivo si sviluppa in una mostra permanente di oltre 2.000 metri quadrati, realizzata su progetto di allestimento dell’architetto Ferruccio Laviani e della curatrice Elisa Storace; lì, attraverso una selezione di circa 1.000 di oggetti, fra i quali anche molti premiati con il Compasso d’Oro e con numerosi riconoscimenti internazionali, si racconta la storia di Kartell, e quella del gusto e dell’abitare italiano.

Let's stay in touch

News, previews, initiatives about the world of fashion, ApritiModa and its partners